Passa ai contenuti principali

Storie da una Roma Ribelle


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 

> Per approfondire (in costruzione):

- Paola Salvatori/Claudio Novelli, Non per oro ma per libertà. Lotte sociali a Roma (1900-1926), Bulzoni, 1996.

- Roberto Carocci, Roma sovversiva. Anar-chismo e conflittualità sociale dall'età giolittiana al fascismo (1900-1926), Odradek, 2012.

- Luciano Villani, Le borgate del fascismo. Storia urbana, politica e sociale della periferia romana, Ledizioni, 2012.

- Valerio Gentili, Roma combattente. Dal "Biennio rosso" agli Arditi del Popolo, Castelvecchi, 2010. 

- Giuseppe Sircana, Un giorno e una vita. Roma 6 luglio 1960, Ediesse, 2011.

- Amedeo Osti Guerrazzi/Anthony  Majanlahti, Roma divisa (1919-1925). Itinerari, storia, immagini, Saggiatore, 2014. 

- Marco Rossi, Arditi, non gendarmi! Dalle trincee alle barricate: arditismo di guerra e arditi del popolo (1917-1922), BFS, 2011.
 

Post popolari in questo blog

26/10/2018 Sciopero Generale dell'USI e del sindacalismo di base

I ROM UN POPOLO DI CAPRI ESPIATORI

Anarchia Verde

VENERDì 17 MARZO

presentazione del libro:  'Anarchia Verde'di Marco Piracci
INIZIO ORE 18.30 La distruzione ambientale, la sempre maggiore estinzione di specie animali, la crescente alienazione umana e lo sviluppo costante di raffinate tecniche di controllo sociale definiscono uno scenario estremamente cupo per il pianeta e per gli esseri viventi che questo ospita. Lontano tanto da ipotesi catastrofiste quanto da quelle minimaliste, il volume prende in esame le idee di Murray Bookchin e di John Zerzan, considerati i maggiori esponenti, rispettivamente, dell’ecologismo sociale e del primitivismo anarchico. Ne emerge un confronto rigoroso volto a sottolineare affinità e punti d’incontro ma anche profonde distanze e differenti prospettive. Società del passato, popoli primitivi attuali, nascita della distruttività umana, ruolo della tecnologia, proposte politiche, sono alcuni degli aspetti su cui si sofferma l’analisi. Analisi lontana tanto da chi opportunisticamente sostiene che il …